AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

USB: la vita di un vigile del fuoco vale 3400 euro. Vergognatevi tutti

Nazionale -

Fare il vigile del fuoco in Italia è un mestiere di tutto riposo. Non si spiega altrimenti perché non sia nella lista dei lavori usuranti.

Fare il vigile del fuoco in Italia è un mestiere privo di rischi. Non si spiega altrimenti perché chi lo fa non abbia l’assicurazione Inail.

Fare il vigile del fuoco in Italia è un mestiere per ricchi. Non si spiega altrimenti perché uno debba sempre anticipare le spese mediche per infortuni o incidenti, liquidate poi con un massimale annuo di 19.000 euro.

Fare il vigile del fuoco in Italia è un mestiere per immortali. Non si spiega altrimenti perché la vita di un pompiere valga 3400 euro da liquidare alla famiglia e altri 1000 per ogni figlio.

Fare il vigile del fuoco in Italia è un mestiere da dilettanti. Non si spiega altrimenti perché uno stipendio “buono” si aggiri intorno ai 1300 euro.

 

Dario Ambiamonte e Giorgio Grammatico non erano dilettanti, né ricchi, né immortali. Ma facevano lo stesso i vigili del fuoco, conoscendo perfettamente i rischi di questo lavoro. È anche nel loro nome che l’Unione Sindacale di Base continuerà le sue battaglie, perché i vigili del fuoco in Italia abbiano un’assicurazione vera dall’Inail, senza essere costretti a pagarsela di tasca propria. Incalzeremo la politica e il nuovo governo, senza tregua.

 

Coordinamento nazionale Vigili del Fuoco Unione Sindacale di Base