AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

ILVA, SUBITO 4 ORE DI SCIOPERO. USB: NAZIONALIZZARE

Nazionale -

Domani i lavoratori dell'Ilva di Taranto incrocieranno le braccia contro il vergognoso piano industriale presentato dal magnate dell'acciao Arcelormittal per acquisire Ilva.
Dei 14200 lavoratori oggi dipendenti, il colosso dell'acciao ne vuole solo 8480. Gli altri lavoratori, nel suo piano, sono destinati a rimanere nella vecchia ILVA commissariata, pronti ad essere rottamati.
COME USB ABBIAMO DETTO NO!
Non siamo disponibili a trattare su un piano industriale truffaldino, socialmente inaccettabile. L'offerta va respinta e il governo deve intervenire facendo l'unica cosa che può oggi garantire occupazione, salute e ambiente. Nazionalizzare l'Ilva in un piano strategico dell'acciaio.
NAZIONALIZZARE L'ILVA
Il governo non può e non deve consentire lo smantellamento di uno dei settori più rilevanti dell'economia nazionale. Occorre nazionalizzare Ilva aprendo il confronto con lavoratori, sindacati, associazionismo allo scopo di costruire un piano straordinario  che coniughi occupazione, reddito, diritto alla salute e salvaguardia dell'ambiente.
E' ORA DI LOTTARE
Per imporre alla politica una diversa agenda occorre mobilitarsi. E' giunto il momento del conflitto contro ogni ipotesi di svendita per i profitti privati.
LA DIGNITA' NON HA PREZZO E NON E' IN VENDITA
Non si può accettare di trattare sotto il ricatto di un colosso che semina veleni e licenzia ovunque nel mondo. Occorre respingere il piano ArcelorMittal senza se e senza ma.

 

USB Lavoro Privato