AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Usb: basta demagogia, populismo e qualunquismo su province e città metropolitane

Nazionale -

«Con noi al governo faremo tre righe di riforma costituzionale che abolisce la parola Province dalla storia del nostro Paese» dichiara Luigi Di Maio in un video insieme al candidato presidente siciliano Giancarlo Cancelleri, durante la campagna elettorale per le regionali.

Evidentemente il fallimento della legge Delrio, la sonora sconfitta ricevuta il 4 dicembre 2016 al referendum che prevedeva anche la cancellazione delle Province, le tragedie di Rigopiano, del ponte di Como e delle scuole delle zone terremotate, non hanno insegnato nulla alla Politica, che continua a fare demagogia sull’argomento.

Invece di fare dichiarazioni di comodo, che hanno solamente lo scopo di catturare consensi, invitiamo il responsabile nazionale Enti Locali del M5S, a pensare ad una proposta seria di rilancio delle Province e Città Metropolitane, istituzioni che svolgono funzioni importanti come la viabilità e l’edilizia scolastica e garantiscono un presidio fondamentale per combattere il degrado ambientale e la salute e sicurezza nei territori e per i cittadini.

Una proposta concreta che tenga conto del fallimento del modello “ente di secondo livello” e prenda atto che non è possibile governare un’amministrazione nel tempo libero come fosse un dopolavoro, e che è necessario ripristinare il livello di democrazia diretta garantito dalla Costituzione ai cittadini, che hanno il diritto di eleggere gli amministratori per l’esercizio di uno specifico mandato riservato alla gestione di questi importanti Enti.

Vorremmo piuttosto ricordare a Luigi Di Maio che è necessario ed urgente predisporre nuovi stanziamenti per gestire e mettere in sicurezza gli oltre 5000 istituti superiori ed i 100.000 km di strade che vengono gestiti dagli enti di area vasta e per evitare il rischio di dissesto, determinato dai prelevamenti forzosi ai bilanci da parte del governo, per molte di queste amministrazioni.

L’Unione Sindacale di Base auspica che si superino le contraddizioni e gli errori commessi dalla politica negli ultimi anni, con una nuova proposta che restituisca dignità ed operatività alle Province e Città Metropolitane, quali enti costitutivi la Repubblica Italiana.



USB P.I
Esecutivo Nazionale Funzioni Locali