AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Sbloccare la questione Alitalia e riformare il trasporto aereo, USB: martedì 21 sciopero di 24 ore, presidio unitario a Fiumicino

Roma -

Il 21 maggio USB Lavoro Privato ha indetto uno sciopero per il Gruppo Alitalia Sai e per l’intero trasporto aereo nazionale, ad eccezione del personale di Enav, dalle 00.00 alle 23.59.

 

Saranno garantiti esclusivamente i voli programmati nelle fasce 07.00-10.00 e 18.00-21.00 e quelli inclusi nella lista pubblicata Enac, così come regolamentato dalla legge 146/90 e ss.mm.

 

Da parte di tutte le organizzazioni sindacali che hanno proclamato lo sciopero per il 21 maggio è stato convocato un presidio di tutti i lavoratori presso il Terminal 1 dell'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino a partire dalle ore 10.00, per sollecitare il governo a sbloccare la questione Alitalia e avviare il tavolo promesso sulla riforma di sistema.

 

I lavoratori del trasporto aereo tutti i giorni garantiscono ai passeggeri e all'intero sistema la piena, efficiente e puntuale operatività di aerei e aeroporti. Ma sono coloro che hanno pagato il conto salatissimo di una crisi che non solo non è colpa loro ma che non avrebbe ragione di esistere, stante la crescita del 6% del traffico negli ultimi anni,

 

Da anni con ostinazione e spesso in solitudine USB denuncia e lotta contro le cause che hanno prodotto un insostenibile disagio sociale in questo settori, chiedendo la riforma dell’intero settore e il ritorno dell’intervento pubblico nelle maggiori aziende.

 

La crisi del trasporto aereo nazionale è di carattere generale e strutturale, e non legata alle singole aziende. Senza regole del gioco valide e applicabili per tutti gli operatori, vince solo chi bara; esattamente come sta accadendo da 15 anni.

 

Anche se oggi come non mai ci sarebbero le condizioni per poter finalmente arrivare a una riforma complessiva, rileviamo che nulla di concreto si è finora mosso oltre le promesse governative.

Lo sciopero del 21 maggio è il segnale che i lavoratori non possono più sostenere questa situazione.

 

Unione Sindacale di Base – Trasporto Aereo