AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Argomento:

Ares 118 chiude la postazione automedica Roma Est, USB: inaccettabile

Nazionale -

L’automedica, nata per portare l’equipe di soccorso avanzato formata da medico ed infermiere in tempi celeri sul richiedente diminuendo i tempi d’intervento ha la possibilità, terminata l’attività, di essere nuovamente operativa a differenza dell’ambulanza che, trasportato il paziente, può restare bloccata nei Pronto Soccorso; ma è ormai da due mesi che l’automedica Roma Est di via Scribonio Curione 70 non è attiva, privando parte del V e parte del VII municipio di Roma di un servizio che può fare la differenza tra la vita e la morte.

Essendo territori con alta densità abitativa (Cinecittà è il più popoloso di Roma), risulta fondamentale la presenza di un’automedica per poter assicurare la dovuta e necessaria protezione sanitaria alla popolazione. Purtroppo, varie problematiche hanno costretto tre medici su cinque a non poter assicurare il servizio e l’Ares 118, intelligentemente, sposta i due medici rimasti in altre postazioni.

L’Azienda Regionale Emergenza Sanitaria 118 aveva assicurato al personale infermieristico, al completo, la riapertura a breve ma constatiamo che non è in grado di reperire figure mediche per poter assicurare, anche in modo discontinuo, l’attività dell’automedica Roma Est; siamo tornati al solito gioco degli appalti?

La sospensione del servizio voluta da chi ha deciso di dislocare il personale medico rimasto sta creando diverse difficoltà di intervento agli utenti e di supporto alle varie ambulanze di zona in quanto le automediche più vicine sono una a San Giovanni, una in zona Torre Maura e una a Ciampino, con tempi d’intervento maggiori che mettono a rischio la salute e la sicurezza dei pazienti.

La politica adottata da questa azienda, dopo due anni in cui sono emerse criticità nell’assicurare il servizio di emergenza, non è accettabile.

I servizi sanitari, soprattutto quelli territoriali, vanno incrementati. Lo Stato e le Regioni, nell’attuazione del PNRR, stanno valutando l’ampliamento e l’aumento dei servizi territoriali. L’Ares 118, in completa autonomia, li riduce.

USB Sanità Lazio

Roma 9/3/2022

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati