AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Basta appalti e ricatti nella Pubblica Amministrazione: internalizzare i servizi, assumere i lavoratori

Nazionale -

Il convegno "Internalizzazioni nella Pubblica Amministrazione, superare gli appalti si può e si deve", mercoledì 30 giugno a Napoli, ha visto una folta partecipazione di lavoratori e lavoratrici in appalto. Un appuntamento deciso durante un’assemblea USB con le lavoratrici e i lavoratori del contact center INPS in appalto Comdata, per i quali è in corso un complesso processo di internalizzazione nell'azienda in house Inps Servizi.

Il convegno è stato non solo un momento importante di questa trattativa, ma anche l’occasione per mettere insieme le lotte dei lavoratori degli appalti pubblici. Il fattore comune a tutti gli interventi (Sistemi informatici Presidenza del Consiglio dei Ministri, contact center INPS di Marcianise e Rende, precari delle prefetture in appalto Manpower), è la volontà di uscire dalla morsa del sistema degli appalti, che li pone in una condizione d’impoverimento e sfruttamento o li espone al licenziamento nonostante la professionalità acquisita e la carenza della pianta organica pubblica, come hanno testimoniato i lavoratori ex Getek del contact center Inps di Palermo.

Comune a tutti gli interventi, la rivendicazione del diritto a uscire dal ricatto, attraverso l'internazionalizzazione e l’assunzione nella Pubblica Amministrazione. Una necessità sentita dai dipendenti della P.A., ha ricordato Sergio Noferi dell’USB Pubblico Impiego – INPS, che da tempo denuncia una grave carenza di organico e che vede l’USB in prima fila nella difesa dei diritti dei lavoratori in appalto e per l’internalizzazione del lavoro pubblico.

L’intervento dell’avvocato Pino Marziale non solo ha messo in luce l’ingiustizia, l’inefficienza e lo sperpero di denaro pubblico, legato al sistema degli appalti ma ha sottolineato l’attualità e la fattibilità delle re-internalizzazioni. Nel caso dei LSU, ha ricordato Maurizio De Martino dell’USB scuola, dopo oltre 20 anni di lotte siamo riusciti a far diventare lavoratori pubblici a tutti gli effetti migliaia di lavoratori, una battaglia che, come ha ricordato Domenico Chinelli, deve ancora vedere una piena conclusione positiva, perché mancano all’appello la stabilizzazione di diversi LSU e il riconoscimento da parte dell’INPS dei contributi previdenziali per gli anni di lavoro precario sotto il cliente pubblico.

Molto atteso l'intervento del presidente dell'INPS Pasquale Tridico, che ha parlato del percorso dell’internalizzazione del contact center INPS come un processo avviato e irreversibile che coinvolgerà i 3000 lavoratori già operativi sul servizio. Il presidente dell’INPS, entrando nel merito del processo, ha dichiarato che non vi saranno esuberi né perdite del perimetro occupazionale.

Nella riunione sono intervenuti l'assessore al Lavoro del Comune di Napoli, Giovanni Pagano, e il consigliere regionale del M5S Gennaro Saiello che, oltre ad esprimere vicinanza ai lavoratori, hanno dato piena disponibilità a farsi garanti presso le istituzioni locali e regionali per mettere al centro delle priorità dell'agenda politica, il superamento della precarietà del lavoro. La senatrice Luisa Angrisani ,che per impegni istituzionali non ha potuto presiedere al convegno, ha fatto pervenire una nota nella quale ribadisce il sostegno ai lavoratori e alle lavoratrici.

USB esprime soddisfazione per il dialogo e gli impegni assunti dai rappresentanti delle forze politiche intervenute e in particolar modo per l'impegno preso dal presidente dell’INPS Tridico sulla internalizzazione dei servizi e dei lavoratori del contact center dell’istituto.

Nei prossimi mesi sarà determinante tenere alta la mobilitazione e la vigilanza dei lavoratori sui tavoli della trattativa. C'è ancora molta strada da percorrere, per invertire la tendenza e per contrastare la volontà del Governo di consegnare i lavoratori agli appetiti dei privati. Siamo pronti a dare battaglia perché, dalla Pubblica Amministrazione, si torni a mettere al centro la qualità dei servizi e i lavoratori e le lavoratrici che la determinano.
 

USB Lavoro Privato Nazionale

Napoli 2/7/2021

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati