AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

BRUNETTA INCONTRA RdB CUB: LEONARDI, NO AL PIANO INDUSTRIALE, SI' A RIORGANIZZAZIONE PER UNA P.A. PIU' VICINA AI CITTADINI CHE VALORIZZI I LAVORATORI PUBBLICI

Roma -

Si è appena concluso l’incontro fra il Ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta ed il Coordinatore nazionale della RdB CUB Pierpaolo Leonardi.

Nel corso dell’incontro Leonardi, che ieri aveva vivacemente protestato per l’esclusione della RdB CUB dagli incontri informali avviati dal Ministro con i rappresentanti delle Confederazioni nazionali, ha posto come prioritario proprio il tema delle corrette relazioni sindacali.

il Ministro si è impegnato in merito a mantenere corrette relazioni, e si è detto a conoscenza della effettiva rappresentatività delle organizzazioni.

 

Leonardi ha poi contestato l’approccio del Ministro alla Pubblica Amministrazione, un approccio che secondo la RdB CUB è mercatista, sbagliato ed inapplicabile: “Sono più interessato ad una P.A. che  in 24 ore sia grado di garantire una risonanza magnetica piuttosto che un’apertura di un’impresa, come invece sembra  interessare all’attuale governo”, ha dichiarato Leonardi nell’incontro.

 

Il Coordinatore RdB CUB si è detto contrario agli annunci ad effetto con i quali si continua a criminalizzare i dipendenti pubblici, sottolineando che esistono già tutte le normative necessarie a garantire la corretta relazione dei lavoratori pubblici con le loro amministrazioni e dichiarando la gradualità delle sanzioni un principio irrinunciabile.

 

Leonardi ha inoltre contestato la totale assenza di soluzione al problema degli oltre 500.000 precari della P.A., su cui la RdB CUB intende chiedere un incontro specifico.

Sulle altre questioni, come contratti e mancati stanziamenti, accorpamento dei Comparti per la contrattazione, ridefinizione dell’ARAN, la RdB CUB si è riservata di inviare osservazioni specifiche e puntuali.

 

“Abbiamo detto al Ministro che siamo d’accordo con una profonda riorganizzazione per una P.A. più vicina a cittadini ma che non penalizzi, e piuttosto valorizzi i lavoratori pubblici per il contributo che danno spesso in condizioni drammatiche, e nell’ambito della giornata di mobilitazione nazionale del Pubblico Impiego, da noi indetta per il prossimo 20 giugno, renderemo pubblico dossier ricco di esempi concreti su questo realtà”, ha concluso il coordinatore RdB CUB.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni