AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

COMUNE DI ROMA: ASSEMBLEA DEI LAVORATORI, DEI GENITORI E DEI BAMBINI PER DIFENDERE I SERVIZI EDUCATIVI

PER LA QUALITÀ, CONTRO I TAGLI AL PERSONALE E CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE

Roma, giovedì 23 aprile - Dipartimento XI, Via Capitan Bavastro 94 – ore 10.00

Roma -

“Questa assemblea vuole parlare a tutta la città del problema dei nidi. Un problema che non è più soltanto legato alle rivendicazioni del personale”, Caterina Fida, della RdB-CUB Comune di Roma, presenta così l’iniziativa organizzata dalla RdB per domani, 23 aprile, presso il Dipartimento XI Politiche Educative  e Scolastiche.

 

"Tra il 2004 e il 2009 – riferisce Fida - la privatizzazione attuata in questo settore ha fatto sì che i nidi comunali siano passati da 160 a 191 sedi, mentre quelli privati, però sempre finanziati dal Comune di Roma, sono aumentati da poco meno di 40 sedi alle attuali 196. Numeri che attestano come la carenza di posti e di sedi è stata fronteggiata dando soldi al privato. Si aggiunga a questo il taglio del personale ed il peggioramento delle condizioni lavorative, sia nel pubblico ma tanto più nel privato, ed il gioco è fatto: i nidi vengono trasformati da luoghi educativi, dove dovrebbe essere garantito a ciascun bambino lo sviluppo fisico, intellettuale ed emotivo, in parcheggi per l’infanzia".

 

"La giunta Alemanno si riempie la bocca di politiche per la sicurezza sociale – prosegue Fida - ma fino ad oggi in questo settore è stata sostanzialmente immobile. La RdB-CUB ritiene invece che investire nei nidi è un modo per dare risposte concrete alla città riguardo alla qualità della vita, alla crisi economica ed anche riguardo alla sicurezza", conclude la rappresentante RdB.

 

Per tali ragioni la RdB-CUB del Comune di Roma ha invitato all’assemblea il Sindaco, gli Assessori, i Presidenti e gli Assessori dei Municipi, i Consiglieri comunali e municipali, ad ascoltare le ragioni del personale, dei genitori e dei piccoli utenti dei servizi scolastici.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni