AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Argomento:

Contact Center INPS, Brunetta e Orlando affossano l’internalizzazione. USB: basta appalti vogliamo lavoro e dignità

Nazionale -

I lavoratori degli appalti nella Pubblica Amministrazione e tra questi quelli dei Contact Center INPS hanno accolto con rabbia e preoccupazione le dichiarazioni dei ministri della Pubblica Amministrazione Brunetta e del Lavoro Orlando, che mirano ad affossare il processo di internalizzazione predisposto per l’INPS dalla L. 128/2019 art. 5 bis.

Stiamo parlando di oltre tremila lavoratrici e lavoratori che, da oltre dieci anni, garantiscono un servizio essenziale con stipendi da fame, frutto di contratti nazionali al ribasso firmati da Cgil, Cisl e Uil e di part time involontari, imposti da cooperative e ditte.

È indecente ma sintomatico che a remare contro il diritto al lavoro e alla sua stabilità, siano i ministeri che dovrebbero difendere il pubblico e garantire il lavoro. Ministri del governo Draghi che, forte di una larga maggioranza e di una falsa opposizione, in perfetta sintonia con l’Unione Europea, persegue una politica economica tutta a favore delle imprese. Il governo infatti ha garantito a speculatori e imprenditori l’accesso privilegiato ai finanziamenti pubblici, ha peggiorato le poche norme di tutela, contenute nel codice degli appalti, e concesso l’aumento degli affidamenti a percentuali che rasentano il 100%.

Non è casuale quindi che, da qualche settimana, abbiano preso di mira la L. 128/2019. Se passasse il processo di internalizzazioni nell’INPS sarebbe un precedente per le migliaia di lavoratori in appalto presso la Pubblica Amministrazione.

C’è chi gioca a far crescere un clima di profonda incertezza sul processo e sulle garanzie a salvaguardia del perimetro occupazionale. Riteniamo grave la comunicazione resa nota in data 28 luglio 2021 dalle RTI Comdata e Network Contacts, in cui le stesse dichiarano di venire meno ad un accordo di “blindatura” sulla commessa INPS fortemente voluto dai lavoratori. In una fase così delicata. 

  • NESSUN RICATTO DEVE ESSERE POSTO IN ESSERE CONTRO I LAVORATORI!
  • PORTARE A TERMINE IL PROCESSO DI INTERNALIZZAZIONE IN TEMPI BREVI!
  • PIENA OCCUPAZIONE E SALARIO PER I LAVORATORI COINVOLTI NEL PROCESSO!

 

Unione Sindacale di Base Lavoro Privato

Roma, 29 luglio 2021

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati