AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

FCA condannata di nuovo per attività antisindacale: dovrà effettuare le trattenute sindacali ai lavoratori iscritti all'USB

Nazionale -

La corte di appello di Campobasso, con sentenza del 1° marzo 2019, ha confermato la condanna di FCA per attività antisindacale contro USB Lavoro Privato, che aveva denunciato alla magistratura del lavoro FCA dello stabilimento di Termoli.


FCA a settembre 2017 era stata condannata in primo grado dal tribunale di Larino per attività antisindacale, condanna poi confermata dopo il ricorso presentato dalla FCA allo stesso tribunale di Larino.


Non soddisfatta FCA ha presentato appello al tribunale di Termoli, che ha respinto il ricorso e confermato il comportamento antisindacale dell’azienda, che a questo punto dovrà effettuare le trattenute sindacali, e l’ha condannata al pagamento delle spese processuali.


USB Lavoro Privato, mentre rileva che questa è l’ennesima condanna per attività antisindacale che colpisce la Fiat, oggi FCA, non può non interrogarsi sul come sia possibile che questa azienda possa continuare a violare leggi e contratti senza che vi sia alcun reale intervento da parte degli organi dello Stato.


L’obiettivo di FCA è evidente, ossia di impedire che i lavoratori possano organizzarsi in un sindacato non compiacente, come quelli firmatutto con cui è abituata a discutere. Ciononostante l’USB continuerà a portare aventi le istanze dei lavoratori, anche del gruppo FCA.

Questa azienda continua relazioni sindacali solo con coloro che sono disponibili a firmare accordi che le consentano di peggiorare le condizioni di lavoro in tutti i suoi stabilimenti, di allungare le turnazioni per consentire un miglior sfruttamento degli impianti, di tagliare le pause fisiologiche, di compromettere la salute dei lavoratori e, tutto questo, con salari più bassi della media dei metalmeccanici.


Questo meccanismo perverso può essere messo in discussione, si possono migliorare le condizioni di lavoro di decine di migliaia di lavoratrici e lavoratori del gruppo. Per questo lo scontro con l’USB è sistematico, ma, come anche questa sentenza insegna, FCA si può battere e USB continuerà a praticare ogni iniziativa utile al miglioramento delle condizioni economiche e lavorative negli stabilimenti FCA in Italia.



Esecutivo Nazionale USB Lavoro Privato

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni