AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Argomento:

I dati Inps sbugiardano la retorica sugli stagionali: non sono i lavoratori a mancare, ma salario e diritti

Nazionale -

Appena usciti i dati INPS (nuovo osservatorio sul precariato) che confermano il trend dell'anno scorso, e ci dicono che quest'anno, nel mese di Marzo, le assunzioni stagionali sono le più alte dal 2014. Ci chiediamo che fine abbiano fatto i 350 mila lavoratori stagionali mancati, la cui assenza lamentava FIPE, e i cui numeri sono stata sbandierati dal ministro Garavaglia, che si è spinto alle proposte indecenti di reintrodurre i voucher e assumere i percettori di RDC, conservando il cinquanta per cento del redditto. C'è poi chi ha proposto un referendum per abolire il redditto di cittadinanza, Matteo Renzi, cavalcando la bufala della mancanza degli stagionali.
Ci siamo dovuti pure sorbire la retorica dei vari Briatore, Borghese, e tanti piccoli e grandi del mondo dell'impresa turistica che hanno attaccato immaginari fannulloni, che in realtà erano a lavorare nelle loro cucine, nei loro bar e locali, sottopagati, sfruttati e in nero...
Il mondo dell'impresa e della politica si deve vergognare di questo feroce e pretestuoso attacco e noi saremo sempre qui per lottare ribadendo che il settore deve conoscere una vera e propria emersione nei diritti, con contratti nazionali migliori rispetto a quelli che languono come nel caso di Fipe- pubblici esercizi, scaduto ormai dell'anno scorso.
La priorità, a partire dal rinnovo del contratto, è un consistente aumento dei salari, che renda possibile vivere degnamente e fare fronte all'aumento dei costi della vita.
I lavoratori e le lavoratrici di questo settore sono stati coperti in questi giorni da una vera e propria macchina del fango, nascondendo condizioni di sfruttamento e irregolarità.
Quello che serve oggi è l'uscita dal lavoro nero e grigio, la fine dei part-time obbligati, garanzie di giorni di riposo e malattia, e una generale riforma degli ammortizzatori che rapporti i mesi lavorati con l'effettiva disoccupazione.

Continuiamo la lotta insieme a lavoratori e lavoratrici, per il pieno riconoscimento di salario, diritti e dignità!

Slang USB
Mai più sfruttamento stagionale

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati