AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Ikea, i lavoratori bocciano l’accordo "truffa" di CGIL e CISL. USB: ora vogliamo malattia e infortunio pagati al 100%

Piacenza -

I lavoratori della Coop San Martino in Ikea hanno clamorosamente bocciato l’accordo truffa stipulato da CGIL e CISL con l’azienda, che impediva di fatto il pagamento della malattia e dell'infortunio al 100%, cioè anche della quota che INPS o INAIL non coprono.

Il referendum tra i lavoratori ha bocciato l’accordo con 235 no contro 169 sì, nonostante l’opacità delle procedure di consultazione (ai componenti neutrali del seggio non  è stato permesso nemmeno di controllare chi avesse o meno diritto al voto), e nonostante non sia stato concesso di fare assemblee in orario di lavoro per rappresentare le ragioni di chi si opponeva alla svendita dei diritti.

Leggi Notizia Coop San Martino, CGIL e CISL si erano messi d'accordo per un imbroglio a danno dei lavoratori: si faceva finta di pagare malattia e infortunio... ma solo se praticamente nessuno si fosse mai ammalato. Un accordo che peggiorava quanto previsto dal contratto nazionale e confermava l'ingiustizia del fatto che i dipendenti diretti di IKEA vedono riconosciuto questo diritto ma quelli della cooperativa no.

Si voleva dimostrare in questo modo che la crescita dell’Unione Sindacale di Base in IKEA era inutile così come la vertenza iniziata da USB per avere malattia e infortunio pagati al 100 %.

I lavoratori hanno capito la truffa e bocciato tanto il referendum che avrebbe dovuto confermarla quanto chi interpreta il ruolo sindacale come collaborazione con i padroni.

Ora sarà USB a chiedere a tutte le lavoratrici e i lavoratori di esprimersi sulla piattaforma rivendicativa che dovrà portare diritti uguali per tutti: fine dei contratti precari, migliori condizioni economiche, il buono pasto, il riconoscimento delle capacità professionali con i passaggi di livello, il full time per chi lo richiede, la stabilizzazione dei tempi determinati e soprattutto il pagamento di malattia e infortunio al 100%. 

PIÙ FORTE USB, PIÙ FORTI TUTTI I LAVORATORI.

#SCHIAVIMAI

 

USB Lavoro Privato Settore Logistica

 

Piacenza, 29 novembre 2019

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni