AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

OMICIDIO ABD ELSALAM AHMED ELDANF: DOMANI MANIFESTAZIONE A PIACENZA - ORE 14.00

Oggi sciopero di due ore nel settore privato

Roma -

COMUNICATO STAMPA

 

Dopo l’omicidio di Abd Elsalam Ahmed Eldanf l'Unione Sindacale di Base organizza la manifestazione che si terrà a Piacenza domani, 17 settembre, dalle ore 14.00, con partenza dal piazzale della stazione ferroviaria.

 

Abd Elsalam è stato assassinato la notte del 14 settembre mentre manifestava con il proprio sindacato in difesa dell'occupazione e contro gli accordi non rispettati dall'azienda, mentre difendeva i diritti di tutti. E' stato assassinato perché qualcuno ha deciso che il dio mercato debba prevalere su tutto, che il profitto sia l'unico elemento attraverso il quale valutare gli uomini e le donne che vivono e lavorano in questo Paese.

 

Noi non ci stiamo e continueremo a batterci contro le ingiustizie e per il rispetto della dignità di chi lavora, di chi il lavoro non lo trova e di chi lo perde in una crisi senza fine che viene pagata giorno dopo giorno, anche con la vita, dalle fasce più deboli della popolazione.

 

Per questo l’USB ieri ha indetto uno sciopero di 24 ore nel settore della logistica ed oggi uno sciopero di due ore a fine turno di tutte le aziende private non soggette alla legge 146, al quale stanno dando la loro adesione anche RSU e lavoratori di altre organizzazioni sindacali.

 

Per questo domani, 17 settembre, sarà in piazza a Piacenza con determinazione, per affermare che non accetteremo indagini superficiali o sentenze preventive da parte di nessuno.

 

Innumerevoli le prese di posizione di organizzazioni sindacali nazionali ed internazionali contro l'omicidio di Abd Elsalam Ahmed Eldanf; innumerevoli le attestazioni di solidarietà pervenute ai familiari della vittima anche attraverso il nostro sindacato e decine di migliaia i commenti sui social network colmi di dolore e di rabbia.

 

Per sostenere le istanze del mondo del lavoro e difendere lo stato sociale è stato indetto per il 21 ottobre lo Sciopero Generale che sarà seguito, il giorno seguente da una grande Manifestazione Nazionale a Roma.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni