AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

SCIOPERO TRASPORTO AEREO: PRECETTAZIONE DELRIO ENNESIMO REGALO ALLE AZIENDE ED ENNESIMO COLPO AI LAVORATORI

Roma -

L’ordinanza di differimento di tutti gli scioperi del trasporto aereo previsti per oggi, emessa dal Ministro dei Trasporti Graziano Delrio, è l’ennesimo regalo alle aziende del settore e l’ennesimo colpo ai lavoratori da parte del governo Renzi.


Differire scioperi regolarmente indetti, e conformi a quella che è la più restrittiva legge sullo sciopero in Europa, è già di per sé un’ingerenza da parte del Ministro; ma farlo con la motivazione di un eccessivo “addensamento” degli scioperi in una singola giornata quando è proprio la nuova e penalizzante normativa, emessa dalla Commissione di Garanzia, a dettare la concentrazione delle indizioni, non solo è del tutto ingiustificato, ma assume sfumature grottesche, degne di una commedia dell’assurdo.


Quella che rimane invece impregiudicata è la libertà delle aziende di licenziare, di violare i contratti, di negare la rappresentanza, di colpire e di discriminare lavoratori, di continuare a creare i presupposti di futuri licenziamenti attraverso appalti incontrollati, tutti temi alla base delle indizioni degli scioperi nel trasporto aereo: tanto alla fine c’è sempre qualcuno che pensa a fermare la giusta rabbia dei lavoratori.

 

I pessimi risultati prodotti negli ultimi 15 anni, nonostante la continua crescita del trasporto aereo, a causa della scriteriata gestione di imprenditori e manager delle aziende del settore, non giustificano tanta protettiva premura da parte del Governo. Se si volesse davvero fornire un migliore servizio agli utenti e all’intero Paese, converrebbe lasciare liberi i lavoratori di impedire a certi signori di portare avanti la loro opera disastrosa.


Quanto accade è inaccettabile e indegno di un paese civile e l’USB Lavoro Privato proseguirà la battaglia indicendo nuovamente gli scioperi differiti nel più breve tempo possibile.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni