AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

SERVIZI EDUCATIVI DEL COMUNE DI ROMA: LE LAVORATRICI NON SI RASSEGNANO, IMMINENTI SCIOPERO E MANIFESTAZIONE CITTADINA

Roma -

Si è tenuta questa mattina presso il Dipartimento XI Politiche Educative e Scolastiche del Comune di Roma l’assemblea cittadina del personale dei nidi capitolini e dei genitori dei piccoli utenti organizzata dalla RdB-CUB. Alta l’affluenza, circa 500 persone, nonostante i veri e propri boicottaggi messi in atto da molti Municipi che hanno insinuato l’illegittimità della convocazione.

 

Gli interventi delle lavoratrici si sono concentrati in un vero e proprio atto d’accusa nei confronti dell’Amministrazione comunale e delle complicità con le organizzazioni sindacali concertative. In particolare è stata sottolineata l’imminente riduzione del personale, che rischia di congestionare ulteriormente il servizio, e l’avvio della privatizzazione dei servizi ausiliari. Anche i genitori hanno espresso grande preoccupazione per il sostegno economico garantito ai nidi convenzionati, dove è certamente peggiore la qualità del servizio su cui incide il peso della condizione precaria delle educatrici.

 

Fra i rappresentanti dell’Amministrazione e delle forze politiche cittadine hanno portato il loro saluto all’assemblea solo due Consiglieri municipali, uno dei quali, Claudio Ortale, è intervenuto anche a nome del Consigliere comunale Alzetta, impossibilitato per problemi di salute.

 

La solidarietà attiva di molti genitori e comitati di gestione si è fatta sentire fino alle porte dell’Assessorato, che ha tuttavia rifiutato l’incontro con una delegazione di lavoratrici e genitori, richiedendo l’intervento delle forze dell’ordine.

 

“La chiusura di ogni possibilità di dialogo e la sufficienza adottata dall’assessore Marsilio ne rivelano la vera natura autoritaria”, ha commentato Caterina Fida, della RdB del Comune di Roma. “Ma se l’assessore sperava in una sostanziale rassegnazione delle lavoratrici, ha fatto male i suoi conti. La massiccia partecipazione di oggi e la decisa volontà di proseguire la lotta impongono una inversione di rotta nelle scelte politiche di questa giunta: prima gli asili, poi le parate celebrative”.

 

La RdB-CUB, raccogliendo l’invito dell’assemblea, si farà promotrice di una manifestazione cittadina sui nidi che porti la protesta direttamente al Sindaco Alemanno, con contestuale sciopero di tutto il personale, che saranno indetti nell’arco dei prossimi 20 giorni.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni