AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

SINDACATI DI BASE: INDISPENSABILE LO SCIOPERO GENERALE

17 OTTOBRE 2008 - 24 ORE, TUTTE LE CATEGORIE

Roma -

Di fronte ad un governo che pone la fiducia su una manovra economica di tagli e smantellamento dello Stato Sociale, lo sciopero generale dell’intera giornata e di tutte le categorie, indetto dal sindacalismo di base per il 17 ottobre prossimo, appare sempre più indispensabile.

 

CUB, Cobas e SdL hanno avviato una forte mobilitazione per rimettere al centro, attraverso il conflitto, gli interessi del mondo del lavoro, dei precari, degli immigrati. Già il 20 giugno nelle principali città italiane si sono svolte le prime iniziative a sostegno della piattaforma unitaria sottoscritta da oltre 2000 delegati e consegnata al governo, in cui si richiedono forti aumenti per salari e pensioni; sicurezza nei luoghi di lavoro e sanzioni penali per chi provoca infortuni gravi; difesa di veri contratti nazionali a favore dei lavoratori/trici; abolizione delle leggi Treu e 30; ripristino della scala mobile; difesa della pensione pubblica e no allo scippo del TFR; contro la precarietà lavorativa e sociale, per la garanzia del reddito; no alla detassazione degli straordinari; contro il razzismo e la xenofobia, uguali diritti per stanziali e migranti; basta con il monopolio della casta Cgil-Cisl-Uil sui diritti sindacali; per pari diritti per tutte le organizzazioni dei lavoratori/trici, restituire ai salariati il potere decisionale.

 

La trattativa in corso tra Confindustria e sindacati concertativi per eliminare di fatto il contratto collettivo nazionale di lavoro, l’affondo del governo sulle privatizzazioni, la profonda crisi salariale che vivono i lavoratori e le loro famiglie, il dilagare della precarietà, il tentativo di smantellare definitivamente la Pubblica Amministrazione anche attraverso l’attacco ai lavoratori pubblici ed i tagli al personale della scuola e della sanità,  il razzismo diffuso a piene mani, i rinnovati venti di guerra porteranno ad un autunno in cui il confronto tra mondo del lavoro, padronato e governo mobiliterà lavoratrici e lavoratori per difendere quanto sin qui acquisito con le lotte e per conquistare salario e nuovi diritti.

 

 

Cub   -  Confederazione Cobas   -  SdL intercategoriale

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni