AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

TRASPORTI: AVVIO CONCRETO DELLE RELAZIONI FRA CUB E MINISTERO

Roma -

Ha ottenuto un esito molto costruttivo la manifestazione organizzata questa mattina dalla CUB davanti al Ministero dei Trasporti, determinando un incontro fra i rappresentanti del Ministro Bianchi ed i responsabili nazionali CUB della categoria (CUB Autoferrotranvieri, CUB Aeroportuali, CUB Ferrovieri e CUB Portuali).

 

Alla manifestazione in Piazza della Croce Rossa hanno partecipato oltre 300 delegati provenienti da tutta Italia, in rappresentanza di tutti i settori dei trasporti. Consistente la presenza delle delegazioni di Trieste, Venezia, Torino, Genova, Reggio Emilia, Roma, Napoli, e dei precari dell’Alitalia.

 

Nell’incontro, durato oltre un’ora, la CUB ha posto in maniera ultimativa il problema delle relazioni sindacali, trovando positivo riscontro presso il Capo di Gabinetto ed il Capo della Segreteria del Ministro.

Il Capo della Segreteria, Dott. Placidi, a nome del Ministro ha definito sbagliato da parte del Ministero non aver intrattenuto fino ad oggi corrette relazioni con la CUB. A tal fine, già da venerdì 23 novembre, incontrerà i Coordinatori nazionali della CUB Trasporti per definire calendari e priorità degli incontri.

 

La CUB ha inoltre insistito affinché il Governo intervenga nei confronti delle parti datoriali del settore (ASSTRA, ANAV, Alitalia, Trenitalia ecc.) in modo che queste ripensino le attuali relazioni industriali con la CUB.

 

“Valutiamo positivamente questo avvio concreto di relazioni sindacali – commenta Gianpietro Antonini, Coordinatore nazionale della CUB Trasporti – e ci impegneremo per far sì che i tavoli abbiano continuità e siano costruttivi. Dopo la straordinaria riuscita nel settore dei Trasporti dello sciopero generale del 9 novembre, la CUB non abbasserà né la mobilitazione né l’attenzione affinché il Governo sia conseguente agli impegni assunti nel tavolo di oggi”, conclude Antonini.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni