AREA STAMPA

Piero Santonastaso

DIpartimento Comunicazione

Tel./Phone:
(+39) 3456712454

Fax:
(+39) 06 54070448

e-mail:
areastampa@usb.it

Roma, via dell'Aeroporto 129

Ex ILVA, USB: basta ricatti per il lavoro, il 29 novembre sciopero generale e manifestazione nazionale a Taranto

Taranto -

A Taranto va in scena l’ennesima rapina utilizzando il ricatto del lavoro. Come già accaduto nelle ferrovie, nelle autostrade, nelle tlc e come sta accadendo in Alitalia si vogliono regalare miliardi pubblici alle multinazionali italiane o straniere, facendo perdere al paese quel poco che rimane della sua vocazione industriale.

Con il ricatto del lavoro si vuole costringere una città a piangere altri morti e a continuare a sopportare i fumi e le polveri omicide dell'ex ILVA pur di salvaguardare l’occupazione, e nemmeno tutta. Ora, di fronte al fallimento dei finti piani di risanamento ambientale e allo smascheramento degli intenti di rapina di ArcelorMittal non si può piegare ancora la testa, come vorrebbero Cgil, Cisl e Uil in cambio di qualche esubero in meno.

Per questo motivo l’Unione Sindacale di Base chiama alla mobilitazione e allo sciopero generale nazionale l’insieme delle categorie del lavoro per l’intera giornata di venerdì 29 novembre, con manifestazione nazionale a Taranto, perché il ricatto che si vuole far ingoiare ai lavoratori dell’ex ILVA è lo stesso ricatto che usano contro tutti i lavoratori ogni giorno.

Ci propongono un cimitero e vogliono anche che ringraziamo.

 

Respingiamo i ricatti. Allarghiamo la lotta. Il 29 novembre tutti a Taranto.

 

Unione Sindacale di Base

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni